Triplice sicurezza per capolavori fotografici

Scarica versione PDF

Foto di ManfredBaumann.com

Fotografo Manfred Baumann

Triplice sicurezza per capolavori fotografici

Profilo del cliente

Manfred Baumann è nato nel 1968 a Vienna, in Austria. Esibisce i propri lavori in tutto il mondo in gallerie, musei, libri e calendari. Negli ultimi anni Baumann è diventato uno dei più autorevoli fotografi contemporanei.

I punti centrali della sua vita e del suo lavoro sono in Europa e negli USA. Ha già potuto fotografare leggende dello spettacolo come Sandra Bullock, William Shatner, Jack Black, Natalie Portman, Tony Curtis, Paul Anka, Lionel Richie, Kathleen Turner, John Malkovich, Bruce Willis, Juliette Lewis, Angelina Jolie, Toni Garrn, Michelle Rodriguez, Leah Remini ed Evander Holyfield, oltre a numerose top model internazionali.

Per Manfred Baumann il fascino della fotografia consiste innanzitutto nell’allontanarsi da ciò che è noto e catturare momenti particolari. Lui ama scoprire il mondo attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.

La sfida

In qualità di fotografo con oltre 20 anni di esperienza, Manfred Baumann ha vissuto in prima persona l’avvento della fotografia digitale. All’inizio le foto digitali venivano salvate ancora su compact disc e dischi rigidi esterni. I set di immagini per i clienti e le agenzie fotografiche venivano masterizzati su CD e inviati per posta o corriere. Con la crescente risoluzione fotografica è aumentata anche l’esigenza in termini di memoria, mentre i numerosi soggiorni all’estero per servizi fotografici e mostre hanno reso la memorizzazione su dischi rigidi e CD scomoda e poco chiara. La visione preventiva e l’approvazione per posta o e-mail richiedono anche molto tempo, meglio impiegato nei processi creativi.

La durata dei CD masterizzati personalmente è limitata a un paio d’anni e il ridondante salvataggio dei dati su dischi rigidi esterni è molto impegnativo. La nuova soluzione di memorizzazione doveva pertanto essere semplice da gestire ed eseguire backup automatici.

La soluzione

Il primo passo verso la soluzione odierna è stato compiuto con il NAS Buffalo LinkStation QVL (NAS 3), installato da Manfred Baumann alcuni anni fa. Per via dei crescenti requisiti, dopo un po’ è passato a un TeraStation 3400D più efficiente (NAS 2). Nel frattempo la memoria primaria è un Buffalo TeraStation 3410DN (NAS 1) con 16 terabyte di memoria. Inoltre, con l’ultimo upgrade il concetto di sicurezza è stato esteso per proteggere la raccolta fotografica dalla perdita di dati e dall’accesso non autorizzato. I dispositivi in uso da più tempo (NAS 2 e NAS 3) continuano ad adempiere a un compito importante come memorie di backup.

TeraStation 3410DN dispone di un potente processore dual core di Annapurna Labs® e di una memoria di lavoro pari a 1 GB di RAM DDR3. Per garantire un uso efficiente dello spazio di memoria presente con un’elevata protezione contro i guasti dei dischi rigidi, questi ultimi funzionano con un sistema RAID 5. Per ulteriore ridondanza il contenuto del NAS primario viene replicato in tempo reale su un TeraStation 3400D (NAS 2), che si trova in una zona separata. Inoltre, ogni notte l’intero contenuto viene trasferito sul LinkStation QVL (NAS 3) utilizzato in origine, che si trova in un’altra posizione. Circa ogni sei mesi le nuove immagini vengono criptate e memorizzate su un disco rigido esterno con diversi terabyte di memoria, il Buffalo MiniStation Safe. Questo disco rigido esterno viene messo in una cassaforte, per l’improbabile caso in cui il doppio backup venisse meno o andasse distrutto in un incendio.

"Quando viaggio è importante poter salvare immediatamente le foto, in modo sicuro. La perdita di una macchina fotografica rattrista sempre, ma con il backup su TeraStation perlomeno il risultato del mio lavoro non va perso."

Manfred Baumann, Fotografo ManfredBaumann.com

Vantaggi per l’azienda

Protezione dalla perdita

Una perdita di dati colpirebbe profondamente Manfred Baumann e lo farebbe retrocedere considerevolmente, perché comporterebbe la perdita di opere d’arte uniche. Pertanto lui prende molto sul serio la protezione dei dati e memorizza tutte le sue foto almeno due volte in qualsiasi momento. Dopo il servizio fotografico Baumann copia le immagini da elaborare prima sul suo Microsoft Surface Studio, uccessivamente su un NAS 1. Solo quando tutte le immagini sono state salvate sul NAS 1 e la copia automatica sul NAS 2 è in esecuzione, Baumann cancella le immagini dalla scheda di memoria della acchina fotografica. Un sistema RAID 5 nella memoria di rete protegge dal guasto di un singolo disco rigido. Sebbene un NAS con RAID 6 supporti persino la protezione dal guasto di fino a due dischi rigidi contemporaneamente, i dischi rigidi funzionano volutamente con il sistema RAID 5, perché la memoria a disposizione è notevolmente maggiore. Grazie ai regolari salvataggi sul NAS 2 e sul NAS 3, la presenza di backup sufficienti per il ripristino dei dati è garantita anche in caso di perdita di due dischi rigidi nello stesso momento sul primo NAS. La copia sul NAS 2 secondario protegge da incendio e furto, nonché dal guasto completo della memoria primaria. Se il NAS 1 e il NAS 2 dovessero arrestarsi nello stesso momento, ci sarebbero comunque alcune ore di backup sul NAS 3 in un’altra posizione. Inoltre, anche se questo dispositivo non fosse accessibile, le foto sarebbero sempre al sicuro sul disco rigido nella cassaforte blindata.

Protezione contro il furto

Per Buffalo la protezione contro attacchi informatici, ransomware e furti ha la massima priorità. I sistemi NAS TeraStation sono sistemi chiusi sui quali l’utente non dispone dei permessi di root. In questo modo Buffalo esclude la possibilità di installare applicazioni di terze parti non sicure, che comporterebbero rischi di contagio tramite malware e virus. Il collegamento a diversi servizi di rete può essere ulteriormente limitato. Ad esempio un accesso da remoto alle memorie di backup NAS 2 e NAS 3 non è necessario e le porte e i servizi corrispondenti sono bloccati. I dati che si trovano sulle unità sono criptati con AES 256 Bit (TS3410DN) o AES 128 Bit (TS3400D). In questo modo i dischi rigidi rubati dal TeraStation non possono essere letti da altri PC o memorie di rete. Inoltre, TeraStation di Buffalo supporta la trasmissione crittografata di dati tramite SFTP e l’accesso per WebAccess tramite HTTPS. I permessi per l’accesso da remoto autorizzato possono essere onfigurati dettagliatamente, in modo da poter definire precisamente quale utente può accedere a quali dati.

Anche se il NAS primario venisse trafugato, le persone non autorizzate non potrebbero accedere alla memoria. Sul TeraStation 3410DN Buffalo consente di installare un sistema di autenticazione all’avvio del dispositivo e tramite la VPN o rete locale con un altro PC o server Windows. Se l’autenticazione fallisce, il processo di avvio viene bloccato. Allo stesso modo è possibile disattivare il tasto per il ripristino delle impostazioni di fabbrica nell’interfaccia web. Per evitare il furto, TeraStation può essere protetto con un meccanismo di blocco Kensington e la porta degli alloggiamenti dei dischi rigidi può essere chiusa.

Anche il disco rigido esterno MiniStation Safe può essere criptato dal lato hardware.

Tutti i dati in un unico posto

L’ordinamento di dati fotografici su numerosi CD e dischi rigidi esterni non è praticabile per l’opera di tutta una vita con oltre 250.000 fotografie. L’archivio audiovisivo sul NAS Buffalo può essere ordinato in modo intelligente, in modo che vecchi gioielli possano essere recuperati in modo semplice e da qualsiasi posizione, anche da dispositivi mobili.

Sincronizzazione automatica con Dropbox®

Tramite l’interfaccia web facile da usare, TeraStation 3410DN di Buffalo offre già una sincronizzazione integrata e automatica con un account Dropbox collegato. Manfred Baumann utilizza questa funzione per i suoi lavori migliori e più importanti, come selezioni di volumi illustrati e gallerie, nonché immagini delle star hollywoodiane da lui fotografate.

Accesso esterno

È possibile accedere da remoto a TeraStation 3410DN tramite un browser FTP, WebAccess o attraverso la funzionalità di sincronizzazione con Dropbox. Indipendentemente dal metodo utilizzato da Manfred Baumann per mettere a disposizione i suoi lavori, il cliente vede sempre i dati più recenti. Questo rende più comodo il ritocco delle immagini, perché non occorre mettere a disposizione un nuovo link a ogni modifica. La funzionalità di accesso da remoto gli è utile anche durante i numerosi workshop e corsi di fotografia tenuti in tutto il mondo, nelle università, negli istituti, durante esposizioni fotografiche, nelle aziende e nell’ambito della Leica Academy USA. Inoltre, l’accesso da remoto consente di salvare immediatamente le nuove foto da qualsiasi parte del mondo.

Servizio clienti VIP di Buffalo

Buffalo offre a Manfred Baumann e a tutti gli altri clienti di un TeraStation della serie 3010 un servizio clienti VIP della durata di tre anni. Questo servizio comprende la sostituzione di dischi rigidi o dispositivi in caso di guasto entro 24 ore. In questo modo si evitano lunghe interruzioni lavorative in caso di problemi tecnici. Il servizio clienti tecnico di Buffalo offre un rapido aiuto anche tramite linea telefonica diretta.

"Il rapporto con Buffalo è molto cordiale ed è caratterizzato dalla disponibilità. Grazie al buono scambio ho potuto ottimizzare molti processi e ho più tempo da dedicare alla mia vera passione: la fotografia."

Manfred Baumann, Fotografo ManfredBaumann.com