Cos’è un NAS, cos’è un RAID?

Spiegazione delle condizioni per principianti e interessati

Tecnologia standard – Cosa si intende per NAS?

Archiviazione centralizzata per la casa o l’ufficio

Network Attached Storage (NAS)

I Network Attached Storage (normalmente conosciuti come NAS) sono dispositivi di archiviazione a cui è possibile accedere da casa e dall’ufficio.

Si accede ai dispositivi NAS tramite una rete di computer, di solito TCP/IP, invece di essere collegati direttamente al computer (unità disco rigido interne o unità USB/SCSI esterne).

A questi dispositivi è assegnato un indirizzo IP e i client (PC o notebook) possono accedervi tramite un server che agisce come un gateway per i dati (questo server è all’interno del dispositivo NAS e per questo, spesso, ai dispositivi NAS si fa riferimento come server NAS).

Perché usare NAS?

Tre principali vantaggi:

Espandibilità
Se è necessario altro spazio di archiviazione, per espandere quello disponibile è sufficiente aggiungere un altro dispositivo NAS.
Tolleranza d’errore
Questi dispositivi inoltre apportano alla rete un livello superiore di tolleranza d'errore. Misure di tolleranza d'errore come RAID impediscono che il dispositivo NAS sia soggetto a errori. Spesso i sistemi NAS contengono più unità disco rigido, di solito organizzate in contenitori di memoria logici e ridondanti o serie RAID per aggiungere ridondanza e sicurezza e quindi proteggere i dati in caso di guasto al disco.
Condivisione di file
I dispositivi NAS consentono a utenti domestici, di piccoli uffici o imprese di condividere grandi quantità di dati con altri PC o PC portatili all’interno della rete, in modo semplice, efficiente e conveniente.

Quali sono i vantaggi dei NAS?

La tecnologia NAS (Network Attached Storage) si sta dimostrando sempre più potente e affidabile per archiviare i dati che devono essere condivisi in ufficio o a casa. I fattori che stanno accelerando la domanda di NAS sono numerosi:

Vantaggio del costo
È ora possibile aggiungere capacità di archiviazione alla rete senza aggiornare o sostituire i server esistenti, consentendo di risparmiare. La tecnologia NAS offre una soluzione economica ed ampliabile per gli utenti finali che necessitano di dispositivi di archiviazione condivisa in rete in casa o in ufficio. L'architettura NAS consente di aggiungere capacità di memoria alla rete senza richiedere aggiornamenti e/o sostituzioni dei server esistenti. Si tratta di una strategia efficace per estendere gli investimenti già fatti nella tecnologia dei server.
Comodità di gestione
Un dispositivo NAS offre una soluzione semplice per condividere foto, file, musica o video in un'ubicazione centrale, accessibile a tutti, sia a casa sia in ufficio, dal PC o dal notebook. I dispositivi NAS offrono funzionalità di gestione che semplificano o riducono le funzioni manuali di espansione dei dischi e di archiviazione, di divisione tra utente e applicazione, di protezione dei dati e altre attività di gestione della memoria che richiedono tempo.
Maggiore affidabilità dei dati
I dispositivi NAS sono dotati di più di un'unità disco rigido e apportano un livello ulteriore di tolleranza d'errore alla rete in quanto molti di essi offrono funzionalità di mirroring RAID.

NAS di Buffalo

La premiata famiglia di dispositivi NAS di Buffalo LinkStation™ e TeraStation™ fornisce una semplice ed economica soluzione per proteggere, gestire e condividere le informazioni essenziali. Sono stati pensati per le piccole e medie imprese o per gli utenti privati che desiderano condividere i dati centrali. Tutti di dispositivi NAS di Buffalo includono il software Memeo™ AutoBackup per gestire i backup essenziali.

Tecnologia standard – Cosa si intende per RAID?

Comprensione del sistema RAID

Cosa si intende per RAID?

RAID significa Redundant Array of Independent Disks (insieme ridondante di dischi indipendenti) oppure Redundant Array of Inexpensive Disks (insieme ridondante di dischi economici). Il concetto alla base di RAID è combinare più unità disco rigido piccole ed economiche che funzionano meglio di una sola unità grande e costosa. La serie di unità appare al computer come una singola unità.

Alla serie di dischi può essere applicata la tolleranza d’errore archiviando in modo ridondante i dati, ad esempio duplicando parte dei dati o tutti i dati memorizzati nelle unità. In questo modo, se uno dei dischi si rompe, i dati sono al sicuro in quanto conservati nei dischi integri rimasti.

Le due forme di RAID più comuni

Esistono diverse forme di RAID ma tutte garantiscono la tolleranza d’errore e ognuna offre diversi compromessi tra funzionalità e prestazioni.

Le due forme di RAID più comuni sono RAID 1 e RAID 5 come descritto di seguito:

RAID 1
Conosciuta anche come mirroring del disco, RAID 1 fornisce la tolleranza d'errore ma non migliora le prestazioni e riduce la capacità totale. Richiede almeno due dischi rigidi. Vengono create più unità identiche e quindi i dati vengono salvati in tutte le unità e non in una sola. In caso di guasto a un'unità, ve ne saranno di identiche in grado di sostituire quella difettosa. RAID 1 è ideale per configurazioni a due unità per una ridondanza completa dei dati.
RAID 5
Conosciuta anche come scripting del disco con parità, prevede la suddivisione in blocchi con parità distribuita. RAID 5 richiede almeno tre dischi rigidi. I dati vengono suddivisi in blocchi e archiviati in tutte le unità. Anche i dati di parità, usati per rigenerare i dati perduti, vengono distribuiti in blocchi in tutte le unità. RAID 5 è ideale per configurazioni con tre o più unità. Offre una combinazione di maggiore capacità e ridondanza.

Come scegliere la giusta configurazione RAID?

Fattori da considerare prima di decidere quale configurazione RAID scegliere per i propri sistemi di archiviazione dati:

  • Necessità di spazio di archiviazione
    Standard: la configurazione no RAID consente di usare la capacità completa di tutte le unità. Ogni unità appare come un’unità separata. Ma non c’è tolleranza d’errore. Se un’unità si rompe, non c’è modo di recuperare i dati perduti in quell’unità. La capacità massima è limitata alla capacità di ogni unità.

    Spanning: questa opzione usa tutte le unità in serie. Tutte le unità sono viste come un’unica unità. Inoltre lo spanning utilizza la capacità totale di tutte le unità.

    Il vantaggio rispetto alla configurazione standard è che in questo caso la capacità massima per archiviare grandi file di dati è data dalla capacità di tutte le unità e non da quella massima di una singola unità. Svantaggi: non c’è tolleranza d’errore. Se un’unità disco si rompe, i dati in tutte le unità vengono persi definitivamente.

  • Necessità di affidabilità e prestazioni del disco Per una tolleranza massima d’errore, RAID 1 rappresenta la configurazione migliore.
    RAID 1 effettua il mirroring dei dati su tutti i dischi fornendo più copie di tutti i dati. Tuttavia in questo modo la capacità di archiviazione viene ridotta alla dimensione di un singolo disco.
  • Per una tolleranza massima d’errore e prestazioni ottimali, RAID 5 rappresenta la configurazione migliore.
    RAID 5 offre la tolleranza d’errore insieme ad alte prestazioni e capacità. Velocità di trasferimento superiori a quelle di RAID 3 o RAID 4. Se un disco si rompe, i dati sono al sicuro ma se si rompono due o più dischi i dati vanno perduti. RAID 5 è consigliato per la gamma TeraStation™.